Scuola secondaria di primo grado

 

PROGETTO DIDATTICO SCUOLE MEDIE


C’E’ MA NON SI VEDE

Il Progetto C’E’ MA NON SI VEDE, intende offrire agli studenti gli strumenti utili per accendere e stimolare l’interesse verso le materie scientifiche, proponendo il metodo sperimentale in maniera semplice e attraente.


Il progetto rappresenta una proposta di didattica sperimentale nell’ambito delle scienze chimiche e biologiche.

Attraverso la spettacolarizzazione di alcuni semplici esperimenti si cercherà di stimolare la curiosità degli studenti su alcuni principi di base, che verranno presentati in maniera semplice e pratica. Imparare attraverso il divertimento e comprendere attraverso la sperimentazione rappresentano gli obiettivi primari della proposta progettuale.


Un racconto-gioco sarà il filo di Arianna che guiderà gli studenti alla scoperta della materia… soprattutto quella non facilmente percepibile con i cinque sensi.

 

OBIETTIVI SPECIFICI

-  Avviare gli studenti all’acquisizione del metodo scientifico, inteso come strumento di ricerca, di osservazione, di analisi, di descrizione, di verifica;
-  Stimolare la curiosità verso le attività scientifiche sperimentali;
-  Simulare piccole esercitazioni di laboratorio
-  Promuovere la didattica laboratoriale in contesti informali.

 

ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO

2 incontri di 2-3 ore. Il primo incontro sarà dedicato all’aspetto chimico; il secondo incontro verterà sull’aspetto biologico.
A seconda delle esigenze/richieste c’è la possibilità di realizzare solo 1 delle due tematiche proposte. Per costi ed altre informazioni consultare il sito web dell’associazione.

 

DA CHI E’ SVOLTO

Da docenti universitari e/o operatori qualificati dell’associazione.

 

A CHI E’ RIVOLTO

A studenti delle scuole elementari e medie. Il progetto verrà contestualizzato in base ai profili cognitivi degli studenti.

 

RICADUTE DIDATTICHE

Lo studente sarà attore protagonista del processo di apprendimento;
L’insegnante partendo dalle esperienze proposte potrà valutare il grado di approfondimento teorico del processo/legge.

 



CHIMICA

Per gli studenti l’attività di laboratorio rappresenta un’esperienza magica dove è possibile ritrovare una forte motivazione per studiare, comprendere ed imparare concetti attraverso l’esperienza diretta. Studiare la chimica sui libri di testo può risultare interessante ma astratto; per tale motivazione le esperienze proposte rappresentano un interessante momento di sintesi in grado di evocare i processi/fenomeni appresi durante il corso dell’anno.
Durante l’incontro della saranno proposte le seguenti esperienze:
1. Cambio di colore delle soluzioni
2. Formazione di solidi
3. Formazione ed intrappolamento dell’anidride carbonica
4. I poteri magici dell’anidride carbonica.
5. L’anidride carbonica può diventare liquida ma anche solida
6. Anche l’aria può diventare liquida e apparire come l’acqua


BIOLOGIA
Lo studio degli esseri viventi impone conoscenze plurime in cui si riconoscono diversi livelli di difficoltà. E’ fondamentale conoscere la struttura dei viventi per poterli descrivere; le relazioni all'interno delle parti per comprenderne le funzioni e come gli esseri viventi si mettono in relazione con l'ambiente in cui vivono per interpretare il ruolo che vi svolgono. Le esperienze proposte sono finalizzate a motivare a comprendere i contenuti biologici e attivare percorsi logici necessari per interpretare la correlazione struttura-funzione-ambiente.
Durante l’incontro della saranno proposte le seguenti esperienze:
1. Gioco per spiegare la selezione naturale
2. Osservazione di cellule in mitosi
3. Fermentazione alcoolica del lievito di birra
4. Fermentazione lattica
5. Attività enzimatica
6. L’anidride carbonica prodotta dalle piante


 

Scarica la brochure


 

Per costi e informazioni:
Sito web: http://www.naturavivente.org
Seguici su facebook
email: info@naturavivente.org

Associazione Natura Vivente
Viale delle Scienze Edificio 16,
90128 Palermo
C.F. 97301820821